Vegan World

Farinata di ceci – ricetta con scarola soffritta e contorno di spicchietti di patate alle erbe aromatiche e shoyu

By on 2 marzo 2018

Che buona la farinata di ceci!! Oggi andremo a conoscerne l’utilizzo e le proprietà. Ci cimenteremo – infine – in una ricetta molto semplice, veloce e collaudata da proporre come secondo piatto simile ad una frittata vera e propria!

Ma ecco – dalla viva voce dei protagonisti di questo articolo – la presentazione del piatto vegan che piace proprio a tutti, adulti e bambini!!

  • Piacere! Io sono una farinata di ceci con scarola saltata e sono buonissima!
  • Piacere nostro! Noi siamo gli spicchietti di patate in salsa di soya, aglio e erbe aromatiche
  • Sono così compatta, croccante e sfiziosa che temo mi scambino per una frittata con uova….
  • E noi siamo così dorate e succulenti che penseranno siamo belle che fritte….

Ehm! Ragazzi! Qui è la cuoca che parla! Non sveliamo troppo in fretta i segreti della vostra bellezza!
Partiamo dal primo che riveleremo: l’Amore!

Ci vuole amore per scegliere gli ingredienti giusti.
Sani.
Ci vuole amore e sensibilità per convincere chi ti osserva che il cambiamento si può fare. E bene!
Con un sorriso in più nel cuore…dalla parte della VITA.
Ed ecco che un secondo piatto con contorno, semplicissimo, può raccontare quanto la scelta vegan sia ormai assolutamente compatibile con i gusti e le tradizioni della cucina a cui siamo abituati.

Farinata di ceci. Il piatto sfizioso amato dai vegani.

La farinata di ceci nasce da una pastella ottenuta dalla miscela di farina di ceci, acqua, olio e sale. Una volta creato il composto è importante ricoprirlo bene e lasciarlo riposare il più possibile ( da un minimo di 3 ore fino ad anche a 10 ore ) in frigo.

Generalmente viene servita come antipasto o primo piatto, ma noi vegani, sfruttandone l‘alto contenuto proteico e la versatilità, possiamo tranquillamente gustarla calda come secondo piatto con un buon contorno.

La farina di ceci si ottiene dalla macinazione di ceci essiccati precedentemente lavati e lasciati asciugare per un giorno.  Consiglio di acquistarne una di buona qualità e biologica.

Essa è estremamente nutriente perché ricca di proteine, carboidrati e fibre.

Fonte di acido linoleico – alleato del cuore – contiene vitamine del gruppo B ( Attenzione!! Non la B12 ), fosforo, calcio, magnesio, potassio ed è naturalmente priva di glutine, quindi adatta ai celiaci.

Tutto ciò la rende un alimento versatile ed apprezzato in cucina, dove il suo utilizzo può spaziare dalla preparazione di dolci, alle farinate, per addensare vellutate e passati o preparare panature.

farinata di ceci

farinata di ceci

Farinata di ceci con scarola saltata in padella segui qui il mio video tutorial

(NB Quella della foto l’ho fatta in un uno stampo circolare dal diametro di 17 cm e per questo risulta più alta e soffice, quella del video – invece – l’ho infornata in uno rettangolare ed il risultato è di una farinata più bassa e croccante. Scegli tu quale forma dare alla tua pastella in base alle tue preferenze 🙂 )

Spicchietti di patate in salsa di soya, con aglio ed erbe aromatiche

6 patate medie

2 cucchiai di shoyu

erbe aromatiche a piacere ( timo, salvia, rosmarino )

sale e pepe

olio extravergine di oliva

1 spicchio di aglio

Procedimento

  • pela e lava le patate e poi tagliale a tocchetti non eccessivamente piccoli
  • posizionale in un recipiente colmo di acqua fredda e lasciale a riposo per circa trenta minuti, cambiando spesso l’acqua per rilasciare l’amido
  • preriscalda il forno a 180 gradi nella funzione ventilata
  • scola le patate e asciugale bene con un panno da cucina
  • sistema le patate in una teglia rivestita con carta da forno e uniscile alla salsa di soya, alle erbe aromatiche e l’aglio, mescolando bene. Regola di olio sale e pepe e inforna per 40 minuti circa, aumentando a 200 gradi per gli ultimi 10 minuti di cottura
  • spegni e mescola bene il tutto. Servi le patate ancora calde, ma non bollenti.

Ed ecco la lista della spesa per la tua ricetta di oggi:

Attenzione! Crea dipendenza! 😉

Buon appetito!!

Shamsa

[/signpp]

TAGS

LASCIA UN COMMENTO

Shamsa

Benvenuti! Sono Raffaella Sciglitano Benin, ma mi conoscono tutti come Shamsa ( “sole” in persiano ) perché è il nome d’arte che ho adottato nel 2003 per la mia attività di danzatrice e maestra di danza orientale e da allora io sono solo Shamsa per chiunque. La mia professione di istruttrice di pilates, postura e stretching, parallela a quella di maestra di danza del ventre, mi permette di aiutare i miei allievi a stare meglio ed in forma a qualsiasi età. Promuovo inoltre il movimento in gravidanza e nel post partum e per questo ho ideato un protocollo di esercizi ideali per le gestanti e neo mamme. Se c’è una cosa che adoro è cucinare! Lo faccio per me, la mia famiglia e gli amici, cercando di rendere gustosi e nutrienti i miei piatti che, però, devono essere principalmente sani e freschi. Per noi abbiamo scelto uno stile di vita cruelty free e – da mamma di un bimbo di cinque anni vegano come me – sono piena di idee facili, sane e gustose di cucina 100% vegetale ( ben bilanciata ) dalla gravidanza, all’allattamento, allo svezzamento in poi. Tutte fasi che ho vissuto in prima persona da che ho fatto questa scelta di vita, e non solo alimentare, e che voglio raccontarvi attraverso le mie ricette. Che aggiungere? Esperienze. Qui troverete il mio bagaglio di consigli professionali, storie di vita e di passioni. Ho superato i 40 anni ed è motivante per me regalarvi un diario che racconti il mondo colorato di una trainer vegana e salutista con allievi e bambino da “ convincere “ col buon esempio che “ mens sana in corpore sano “ è meglio, è facile ed è possibile! Shamsa